GREEN4WATER

GREEN4WATER

Il progetto GREEN4WATER intende affrontare la tematica delle Green Infrastructures (Infrastrutture Verdi), con particolare riferimento a sistemi naturali per il disinquinamento dei corpi idrici (fitodepurazione, fasce tampone) e a metodi di ritenzione naturale delle acque (NWRM). Essi risultano essere lo strumento più promettente per la rinaturalizzazione delle città e in generale del territorio. In questo caso, infatti, la natura non si configura solo come oggetto di consumo e di fruizione estetica, ma recupera il ruolo di fornitore di risorse vitali ed equilibratore della stabilità e sostenibilità globali. Lo sviluppo a livello nazionale di queste tecniche apporterebbe grandi benefici, con impatti positivi negli ambiti tecnico-scientifico, sociale ed economico. Ciò in virtù del loro carattere multifunzionale che consente l’assolvimento di diverse funzioni nello stesso luogo.
Nel contesto italiano, le principali criticità per un’ampia diffusione delle GI riguardano prevalentemente la mancata definizione di una normativa specifica e l’assenza di opportune conoscenze tecniche e scientifiche sull'utilizzo e sulla gestione di tali infrastrutture. Nel progetto GREEN4WATER saranno quindi effettuati studi e specifiche attività di ricerca e monitoraggio, avendo a disposizione molteplici impianti sperimentali sia a scala pilota che reale. Essi sono collocati in diversi contesti climatici e regionali, sia in ambito produttivo (agricolo, agroindustriale, zootecnico), sia in quello urbano e peri-urbano. In particolare, le principali tecnologie verdi che saranno oggetto di sperimentazione e studio sono la fitodepurazione, il lagunaggio, le fasce tampone, i bacini di detenzione ed infiltrazione, i tetti verdi ed i giardini pluviali. Tale varietà di tecniche applicate a contesti diversi, unitamente ad un approccio multidisciplinare (idraulico, idrologico, agronomico, botanico, sociale ed economico), conferisce al progetto un importante valore aggiunto poiché permette di affrontare la tematica in modo completo.

I principali risultati attesi riguardano l’ottenimento di informazioni e indicazioni per la corretta scelta (tecnica e economica), progettazione, implementazione, inserimento ambientale, gestione e manutenzione delle Infrastrutture Verdi oggetto di studio, in funzione dei diversi contesti territoriali e climatici in cui saranno testate, nonché delle molteplici variabili previste dal progetto (es., tipologia di risorsa idrica, tipo di specie vegetali utilizzate, carichi idraulici e organici, tipologia di substrati, possibilità di riuso delle acque reflue). I risultati finali del progetto saranno organizzati in forma di “linee guida” che potranno essere divulgate a operatori del settore e/o ad amministrazioni pubbliche che intendano sfruttare le potenzialità delle Infrastrutture Verdi.

Inizia il: 03 Settembre 2018

Finisce il: None

Aggiornato il: 14 Settembre 2020

CANALE EMILIANO ROMAGNOLO

CONTATTACI

Hai necessità di contattarci per richiedere informazioni? Chiamaci oppure scrivici.
Ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

CONTATTACI ORA